Bella stagione e ricevimento all’aperto: i pro e i contro

Prato, spiaggia e bordo piscina sono molto gettonati per i matrimoni organizzati nella bella stagione. Vediamo tutti i pro e i contro di un ricevimento all’aperto.

Avete scelto di sposarvi durante la bella stagione per poter fare un bel ricevimento all’aperto? Ottima idea, ma avete tenuto conto di tutte le variabili? Avete idea di come organizzarlo? Niente panico, vi daremo qualche dritta noi affinché al vostro matrimonio vada per il meglio.

ph: Caramiello fotografia

Sposarsi all’aperto è molto suggestivo, a partire dalla cerimonia, civile o simbolica, fino al party finale, passando per il ricevimento vero e proprio (pranzo o cena che sia).

Ma se la cerimonia è un momento veloce, e che in caso di mal tempo può essere riorganizzata facilmente in uno spazio chiuso, non è la stessa cosa per in ricevimento.

Ecco perché risulta fondamentale avere ben definito un piano B, una soluzione alternativa che permetta di vivere al meglio l’evento senza rimpiangere troppo il sole che non c’è.

In termini di pro e contro, quindi, ecco cosa tenere in considerazione durante l’organizzazione di un ricevimento all’aperto.

Ricevimento all’aperto: Pro

Come abbiamo già accennato, una location all’aperto è sicuramente più suggestiva e d’impatto di una qualsiasi sala di un ristorante. Che si tratti di una spiaggia, di un prato, di un parco, l’effetto WOW è assicurato. E soprattutto è importante dire che spesso, in questo caso, la location è talmente suggestiva di suo, che non ha bisogno di grandi allestimenti. Per esempio, se optate per il giardino di una villa, avrà già così tanta vegetazione che non sarà più necessario fare centrotavola floreali imponenti.

Il ricevimento all’aperto può risultare economico, però, anche per altri motivi.

ph: Villa del vecchio pozzo

Innanzitutto perché potrebbe trattarsi del parco o del giardino di una casa di famiglia, quindi potrebbe non costarvi niente, se non la manodopera di un buon giardiniere per sistemarlo a dovere.

Inoltre potreste approfittare del tipo di location per organizzare un ricevimento informale, magari a buffet, o optare per queste nuove proposte di party: pic-nic, tea party, o perché no una rustica braciolata.

Il costo si ridurrà non solo per il menù ma anche dal punto di vista dell’allestimento dei tavoli: non saranno necessari piatti di porcellana, bicchieri di cristallo e tovaglie di seta, anzi, preferite mise en place usa e getta, magari ecologica.

Se avete deciso di fare una cerimonia civile o simbolica, inoltre, potrete evitare il noioso e scomodo spostamento degli ospiti da una location all’altra. Infatti sarete già tutti lì e potrete cominciare a brindare subito dopo il sì!

Avrete inoltre gli scenari adatti per fare le fotografie del vostro album di nozze, senza dovervi spostare chissà dove, lasciando da soli i vostri ospiti per ore.

ph: Mario Feliciello fotografo

Ricevimento all’aperto: Contro

Come abbiamo già accennato all’inizio dell’articolo, sposarsi all’aperto può avere delle “controindicazioni”, ma se avete organizzato bene il matrimonio, tutto andrà per il meglio, comunque!

Abbiamo già accennato al problema maltempo, che spesso, soprattutto d’estate, può arrivare all’improvviso. Ma anche il troppo caldo e il pieno sole potrebbero essere un problema, e poi gli insetti, l’umidità, se ci si sposa di sera, e così via.

È quindi importante che, nel momento in cui si organizza il grande evento, si tengano in considerazione tutte queste variabili.

Consigli utili:

ph: Cortenova Ricevimenti

  • scegliete una location che vi dia la possibilità di sistemare comodamente gli ospiti al coperto, se non addirittura al chiuso, in caso di mal tempo. Potrà essere l’interno della villa della quale utilizzerete il giardino, il ristorante dello stabilimento balneare in cui volete fare la festa in spiaggia, o anche solamente una tensostruttura posta in un parco per evitare di bagnarsi.
  • Tensostrutture, gazebi, ma in generale un “tetto sopra la testa” è fondamentale anche qualora decidiate di sposarvi di giorno in piena estate. Infatti per evitare che ci si senta male dal caldo e che il cibo si sciupi in fretta, sarà obbligatorio avere delle coperture.
  • Se vi sposate in estate in campagna potrebbero esserci molti insetti: procuratevi degli spray o delle salviette repellenti da regalare ai vostri ospiti e decorate giardino o spiaggia con candele di citronella.
  • Se fate la cerimonia all’aperto e poi prevedete uno spostamento in auto lungo per arrivare al luogo del ricevimento, offrite ai vostri ospiti un piccolo rinfresco nella location della cerimonia. Basteranno bibite fresche analcoliche e magari un po’ zuccherine.

ph: Villa Althea

Il ricevimento all’aperto è un terno al lotto, ma se organizzato nei minimi dettagli, sarà indimenticabile per voi e per i vostri ospiti.

L’ultimo consiglio che vi diamo è quello di farvi aiutare da un buon wedding planner, che possa gestire al posto vostro eventuali problematiche dell’ultimo minuto.

Commenta