I bouquet di Pichs da incorniciare (e non da lanciare)

A cascata, per non adombrare la silhouette della sposa; allungato, per la sposa che predilige lo stile semplice e gli abiti dalle linee scivolate; asimmetrico, per stupire e osare; classico dalle forme tondeggianti, per la sposa che ama lo stile d’antan; campestre, per un mood country style e boho chic.

Diversi stili, diverse forme, diversi elementi, ma con un unico comune denominatore: essere il complemento fondamentale per l’outfit della sposa. Una meravigliosa e armonica composizione di fiori e foliage, che diviene l’accessorio irrinunciabile per la sposa e che contribuisce a donarle grazia ed eleganza.

Più di un semplice mazzo di fiori, è una creazione artistica fatta di proporzioni ed equilibri sapientemente studiata e quelle di Pichs divengono inedite ispirazioni, che sanciscono l’irripetibilità dell’istante in cui si giura amore eterno.

Nella prima proposta di Pichs, viene presentato un bouquet classico di forma tondeggiante, caratterizzato da fiori a gambo corto e dalla corolla importante. Dalie bianche, rose inglesi rosa, ortensia bianca, roselline bianche e roselline piccole a gruppetti rosa, in un tripudio di eleganza sofisticata dalla palette talcata in un tourbillon di profumi e forme e dal risultato incantevole.

Imponente e importante la seconda proposta di Pichs: è il bouquet a cascata, ideale per spose alte e prestanti. Un bouquet pendente, composto da roselline bianche, lisantus bianchi, margheritine, fiori di bouvardia bianchi e giacinti bianchi, avvolti da un intreccio scenografico di rami di vite americana e foglie di rincospermum (comune gelsomino). Un suggestivo e magico chilly mood, che imprigiona la delicatezza dei fiori in un istane di eternità. Semplicemente arte!

Nella terza proposta, la parola d’ordine è stupire! Adatto a spose fuori dagli schemi, che adorano osare. L’obiettivo di Pichs è quello di scardinare le tradizioni e le regole, provocando stupore. Un bouquet che appare scomposto nella forma e nell’accostamento dei fiori, ma che in realtà è molto studiato e ricercato. Da un ordinatissimo bouquet tondo con eleganti fiori di poliandra, svetta un’alzata di rametti di mughetto, una creazione che lascerà tutti a bocca aperta!

Nella quarta proposta, viene presentato un bouquet country style. Un bouquet campestre, composto da fiori e piante, che sembrano raccolti da un campo, assemblati apparentemente a casaccio, ma che, al contrario, sono oggetto di grande studio e gusto. Il mazzo di fiori appare racchiuso in due dischi di raffinato uncinetto bianco, con decorazioni di perline. Ortensie viola, rose abracadabra arancioni, fiori di crespelia (nido d’ape), margheritine bianche, fiori di kalanchoe arancioni piccoli e verde pendente di amaranthus, racchiusi insieme a formare un’opera d’arte boho chic.

Rotondi, aperti, voluminosi, ricadenti, romantici o sensuali, classici o alternativi…i bouquet di Pichs sono tutti da incorniciare, piuttosto che da lanciare, opere d’arte, la cui materia prima è la magia presente nella natura plasmata dalle sapienti mani di un’artista: Giuseppe Picca.

Commenta