Casa e bella stagione: e se non ho il giardino?

Per arredare i vostri balconi, tante idee che non vi faranno rimpiangere la vita in appartamento!

La primavera ormai è iniziata, le giornate si stanno allungando e tutti desideriamo trascorrere più tempo all’aperto. È bene, quindi, iniziare a sistemare balconi e terrazze di casa per la bella stagione. Ma da dove partire?

1.      Manutenzione

Siete entrati da poco nella vostra nuova casa e non avete ancora sistemato i balconi? È il momento di farlo, affinché possiate goderveli per tutta l’estate senza problemi.

Le operazioni di manutenzione variano da caso a caso, ma in linea generale potrebbe essere necessario:

  • Ridipingere le ringhiere (se presenti) e/o le parti di cemento. Attenzione: se vivete in un condominio, informatevi prima sull’esatto colore da utilizzare.
  • Valutare se mettere una tenda parasole o un ombrellone. Anche in questo caso, la tenda parasole probabilmente dovrà seguire delle linee guida dettate dal regolamento del condominio, quindi, prima di acquistarle e installarle, informatevi. L’ombrellone, invece, non dovrebbe essere un problema, ma non tutti hanno lo spazio per poterlo mettere!
  • Pavimentazione: verificate che la pavimentazione presente sia ancora decorosa, altrimenti, se dovete ripiastrellare o coprire, ci vorrà tempo e uno studio accurato del caso, perciò è bene iniziare subito con i lavori.

2.      Scelta dell’uso

A questo punto, dovete decidere che uso fare dei vostri balconi e terrazzi.

Scegliete in base alla disponibilità (se avete diversi sfoghi esterni o uno solo), alle dimensioni, al vostro stile di vita e al clima.

Le opzioni sono diverse:

  • Sala da pranzo esterna: destinate un balcone o una terrazza a uso “mangereccio”, quindi per mangiare, da soli o in compagnia, tutte le volte che desiderate. Occupate la maggior parte dello spazio con un tavolo e delle sedie e magari un carrellino porta vivande da utilizzare per portare stoviglie e cibo. Il consiglio è quello di scegliere possibilmente il balcone o la terrazza vicini alla cucina. Un consiglio in più: se avete spazio, mettete un gazebo con zanzariera annessa, eviterete di mangiare circondati dagli insetti. Se non potete farlo, optate per candele o altri sistemi repellenti.
  • Orto sul balcone: se desiderate mangiare qualcosa di coltivato da voi, potete decidere di usare un balcone per fare l’orto. Per realizzare l’orto sul balcone avete bisogno di: vasi o cassette (profondi almeno trenta centimetri), terra, argilla e concime (possibilmente bio), semi o piantine già pronte da interrare. Per quanto riguarda il tipo di pianta, tutto dipenderà dal clima, dall’esposizione al sole e dall’attenzione che potrete dare a questo orto. Ci sono infatti piante più semplici da curare, che hanno poche necessità, e piante più delicate. Sicuramente, in vaso sono ottime le piante aromatiche: basilico, prezzemolo, rosmarino, timo, menta, etc.; attenzione: ognuna ha le sue esigenze, quindi informatevi su dove posizionarle e quando annaffiarle. Per quanto riguarda gli ortaggi, invece, non tutti possono essere coltivati in vaso. Potrete scegliere tra: pomodori (ciliegini o, meglio ancora, datterini), peperoncino, lattuga, melanzane, fagiolini e piselli nani. In questo caso, è importante anche capire quando vanno seminati! Anche la frutta va bene: fragole e frutti di bosco sono i più semplici. Se poi avete spazio per delle piante più grandi, potete valutare di portare a casa un albero di limoni, ma il clima deve essere adatto.
    Ricapitolando, prima di andare al vivaio ad acquistare le vostre piantine, valutate bene cosa potete coltivare e studiate caso per caso: innaffiatura, esposizione, parassiti, etc.

  • Zona relax: se volete sfruttare uno dei vostri balconi (magari quello più intimo, poco esposto) a zona relax, le idee sono davvero tante. Optate per divano e poltrone in vimini, con tavolino annesso. Oppure, se non avete abbastanza spazio, scegliete un piccolo tavolino in metallo e una chaise longue. Circondatevi di piante e cercate di isolare quel piccolo angolo di relax con un cannicciato posto a coprire la ringhiera. Per rendere tutto un po’ più zen, potete sbizzarrirvi con l’arredo. Qualche idea? Coprite il pavimento con dell’erba sintetica e ponetevi dei cuscini colorati per potervi sedere comodamente a terra, inserite una piccola fontana e acquistate delle lanterne.

3.      Decorazioni e privacy

A seconda di dove è collocato il vostro balcone e con cosa confina, potreste aver bisogno di isolarlo per avere un po’ di privacy. Qualche idea ve l’abbiamo già suggerita: tendaggi di vario genere, cannicciato, siepe vera o finta, piante in vaso o rampicanti ecc.

Un altro aspetto importante è il decoro. Decoro inteso sia come decorazione sia come ordine ed eleganza (soprattutto se in vista). Innanzitutto non esagerate con l’arredo: mettete solo ciò che è necessario e distribuite in modo armonioso le piante. Le piante possono essere appese alle ringhiere, decorare una parete grazie a vasi o tralicci, o bordare il balcone se si tratta di vasi grandi, magari rettangolari. Optate per vasi colorati o decorati in armonia tra loro, questo creerà subito un senso di ordine. Per quanto riguarda gli arredi, mettete solo ciò che serve e ricordate di acquistare arredi da esterno, per evitare che si rovinino facilmente. Aggiungete poi dei punti luce: le lampade a ricarica solare, per esempio, non necessitano di prese di corrente né di far intervenire un elettricista.

ph: Boutique dei fiori

E voi? Come avete deciso di organizzare i vostri balconi? Vi abbiamo fornito tante idee da copiare, non vi resta che scegliere la più adatta al vostro stile, per preparare al meglio i vostri spazi esterni alla bella stagione. Ma ricordate, se non sapete da che parte cominciare, potete sempre rivolgervi a un esperto, che vi indichi la soluzione più pratica per la vostra casa!

Commenta