…E vissero felici e contenti.

La favola della principessa del Giappone Mako che rinuncia al titolo per sposare il “principe delle spiagge”

Galeotto un ristorante, davanti ad un caffè cinque anni fa i loro occhi si incontrarono, le guance di lei si imporporarono, il cuore di lui sobbalzò nel petto, da quel momento nessuno dei due potè fare a meno dell’altro.

Sembra la trama del più romantico dei film d’amore, ma è molto di più, è una bellissima storia vera, una favola moderna in piena regola. È la storia d’amore della principessa del Giappone Mako e del suo principe azzurro Kei Komuro. Da quella cena con gli ex compagni di Università, il loro amore è stato un crescendo, tanto che il prossimo anno convoleranno a nozze, nulla di strano se non fosse che tale decisione comporterà la perdita del titolo nonché dei privilegi nobiliari di lei, essendo lui un borghese, un ragazzo come tanti e lei una principessa.

Chi sono i due innamorati

Entrambi venticinquenni, entrambi laureati all’International Christian University, amano l’arte, suonare il violino, lo sci, la buona cucina, sono giovani e desiderosi di vivere. Entrambi hanno viaggiato molto e vogliono continuare a farlo.

Lei è la principessa del Giappone, figlia del principe Akishino e nipote dell’imperatore Akihito, già in passato aveva dimostrato di avere un carattere ribelle, è stata infatti la prima della famiglia ad iscriversi all’Università e ad andare all’estero per i suoi studi di ricerca. Ha studiato in Giappone, in Scozia e in Inghilterra, è specializzata in Gestione delle Arti e delle Attività culturali.

Komuro invece è impiegato in uno studio legale di Tokio, in passato è stato un brillante operatore turistico, tanto da essere soprannominato “il principe delle spiagge”. E’ descritto come una persona dall’animo gentile e dal carattere riservato, ha avuto un’infanzia segnata dalla prematura morte del padre.

La discendenza

Non un colpo di testa, ma un amore vero il loro, tanto che Mako per il suo Komuro perderà tutti i suoi privilegi nobiliari, il titolo, i diritti e il cognome. Le nozze giapponesi seguono un rito molto istituzionalizzato soprattutto se a sposarsi è un membro della famiglia reale. Prima viene fatto un annuncio pubblico, poi viene fissata la data delle nozze e la coppia formalizza davanti all’imperatore e all’imperatrice. E’ a questo punto che Mako perderà tutto e da nobildonna diverrà una borghese, riceverà un lauto indennizzo e lo svincolo dalle tradizioni nobiliari

I due paghi del loro amore si apprestano a vivere il resto della loro vita da persone comuni e come diceva Rodari “le favole più belle sono quelle a rovescio” , non vivranno in un castello ma… felici e contenti!

Commenta