Mise en place impeccabile: consigli utili per apparecchiare la tavola in modo corretto e con eleganza

Poche dritte per un allestimento perfetto e nel rispetto delle regole del galateo!

Sono i dettagli a fare la differenza, soprattutto quando si parla di bon ton e galateo. La mise en place va curata nei minimi particolari, per un effetto unico e raffinato, che sarà certamente apprezzato dai vostri ospiti.

Il giorno del matrimonio è fatto di tante regole stabilite in base al galateo. Per questo motivo è bene conoscerle per evitare di sbagliare e risultare poco eleganti e raffinati.

Una delle cose a cui prestare la massima attenzione è la mise en place.

In altre parole, come apparecchiata la tavola. Certo, le decorazioni e l’estetica saranno i vostri principali interessi, ma non dovrete farvi prendere dall’ansia del bello a tutti i costi, dimenticando le regole base del bon ton.

Una tavola decorata e ben apparecchiata è sicuramente un grande passo verso al buona riuscita dell’evento. Si sa, il momento del pasto è quello più atteso dai vostri invitati, che non vedono l’ora di gustare i fantastici menu pensati per il vostro ricevimento.

Se non avete mai sentito parlare di mise en plance e galateo, non preoccupatevi, vi sono direttive standard cui rifarsi più semplici da rispettare di quanto si pensi.

Per un menu standard di carne e pesce, dovrete prevedere tre piatti: sottopiatto, piatto piano e piatto fondo.

Alla destra dei piatti, coltelli e cucchiai in quest’ordine, partendo dal più vicino al piatto:

  • coltello da carne;
  • coltello da pesce (se previsto);
  • cucchiaio (se previsto).

Sopra coltelli e cucchiai, partendo dalla sinistra, troviamo il bicchiere per l’acqua e quello per vino rosso o bianco.

Alla sinistra dei piatti, invece, dovrete predisporre le forchette in quest’ordine, partendo dalle più vicine ai piatti:

  • forchetta da carne;
  • forchetta da pesce (se prevista).

Oltre le forchette il tovagliolo, mentre sopra le forchette metterete il piattino per il pane.

Nella parte soprastante i piatti, andrete a posizionare le posate da dessert, partendo sempre dalle più vicine ai piatti:

  • coltello;
  • forchetta da dolce;
  • cucchiaino.

Non solo la disposizione delle posate e dei piatti rientra nella mise en place, ma anche ciò che metterete sulla tavola, sia la tovaglia, che eventuali elementi decorativi.

Per la tovaglia, ricordate che dovrà essere pulita, stirata e non dovrà toccare il pavimento.

Per quanto riguarda, invece, le decorazioni, queste dovranno essere posizionate in modo tale da non disturbare il pasto e permettere in modo agevole ai vostri invitati di mangiare e parlare tra loro. Banditi fiori troppo profumati o candele dalle fragranze forti, perché potrebbero interferire e rovinare il pasto dei vostri ospiti.

In linea di massima, siate eleganti e raffinati, preferite sempre semplicità e sobrietà e cercate di mantenere un filo conduttore con il progetto dell’intero evento, richiamando il fil rouge del wedding day anche nei piccoli dettagli.

Commenta