Pre wedding: che tavoli scegliere per il ricevimento?

Tavoli rotondi o tavolo imperiale? La scelta dipenderà da molti fattori, vediamo insieme quali.

Se avete deciso di fare pranzo o cena placè (ovvero seduti al tavolo) avrete l’arduo compito di decidere come sistemare i vostri ospiti.

 

Tra gli aspetti organizzativi di un qualsiasi matrimonio, c’è anche la scelta dei tavoli e la disposizione degli invitati. La scelta può dipendere da diversi fattori, tra cui le dimensioni e la struttura della location e il numero di invitati.

 

Tipologia di tavoli

Tavoli rotondi

ph. Masseria Roseto

I tavoli rotondi sono utili anche in caso di location a più sale.

Il numero di persone al tavolo rotondo può variare in base alle dimensioni del tavolo stesso, ma di norma non si riescono a posizionare più di 10 persone. In caso di gruppo di amici o parenti più numeroso, si può decidere di utilizzare un tavolo ovale.

Gli sposi potranno optare o per un tavolo rotondo ma più piccolo e posizionato più o meno a centro sala, oppure per un tavolo d’onore rettangolare dove ospitare anche genitori e/o testimoni.

 

Tavolo imperiale

ph. Castello di Limatola

 

La scelta in questo caso dipenderà molto dal tipo di location e dal numero di invitati. Si consiglia infatti per matrimoni raccolti.

Le location che permettono questo tipo di tavolo sono o esterne o dotate di sale rettangolari ampie.

Nel caso del tavolo imperiale, gli sposi si posizioneranno a metà del tavolo e gli invitati saranno sistemati in ordine di importanza (in modo decrescente partendo dal centro).

Tendenzialmente i tratta di una lunga tavolata rettangolare, ma il concetto di tavola unica è valido anche per tavoli ovali.

Ma non sono le uniche due opzioni possibili. In particolare, per quanto riguarda il tavolo “unico” le opzioni sono diverse: Tavolo Reale, Tavolo a “T”, Tavolo a ferro di cavallo, Tavolo a rastrello.

Per quanto riguarda invece i tavoli singoli, è possibile in alcuni casi fare tavoli rettangolari più o meno capienti.

Il tavolo d’onore

Arriviamo poi a definire il Tavolo d’Onore, ovvero il tavolo a cui si siedono gli sposi.

Tavolo d’onore rotondo: può ospitare solo gli sposi, sposi e testimoni, oppure sposi, testimoni e genitori degli sposi (detto classico). Il Galateo prevedeva anche la presenza a tavola dell’officiante, ma al giorno d’oggi non c’è più questa usanza se non in rari casi.

Tavolo d’onore rettangolare: può essere separato dagli altri tavoli o essere integrato nelle diverse formule di tavola unica. In ogni caso gli sposi saranno affiancati da genitori e testimoni. Il Galateo prevede la seguente disposizione:

 

 

Questa disposizione è la stessa prevista dal Galateo per il Tavolo d’Onore rotondo classico.

 

Considerazioni e consigli:

ph. Whitephotography

  • non è necessario seguire per forza la disposizione prevista dal Galateo per il tavolo d’onore. A volte è preferibile optare per il tavolo rotondo “per due” per dare la possibilità ai genitori di stare al tavolo ognuno con la propria famiglia (soprattutto se ci sono i nonni). Stesso discorso vale per i testimoni.
  • I tavoli rotondi possono essere apparecchiati anche in numero dispari.
  • Ogni invitato, secondo le regole del bon ton, dovrebbe essere distante dall’altro almeno 70 centimetri.
  • I bambini sotto i 4 anni saranno tendenzialmente al tavolo coi genitori, invece, sopra i 4 anni, possono essere raggruppati in un tavolo a parte e tenuti d’occhio da baby sitter e animatori. È preferibile, in ogni caso, chiedere ai genitori se sono d’accordo a lasciare i bambini in un tavolo a parte.
  • Fate una lista accurata degli invitati e chiedete loro di darvi conferma della loro presenza almeno due settimane prima dell’evento. Questo vi consentirà di sistemare con calma ogni invitato nel tavolo giusto e di iniziare a realizzare il Tableau de Mariage.

 

Commenta