Response card: contro lo stress da “conferma”

Piccoli bigliettini inseriti all’interno degli inviti di nozze, utili per confermare la propria presenza il giorno del matrimonio!

Uno dei momenti più temuti dagli sposi è quello della conferma della presenza di familiari e amici al ricevimento di matrimonio.Questo non fa che rallentare i preparativi, rendendo impossibile comunicare il numero esatto dei partecipanti al ristorante, organizzare i tavoli, i segnaposto, i tableau, se non proprio al’ultimo minuto. Lo sanno bene gli sposi, i responsabili di location e catering e lo sanno tutte le wedding planner, che si sono trovate a dover modificare, correggere, rivedere la lista ospiti fino all’ultimo secondo! Per ovviare a tale inconveniente. negli States si è diffusa la consuetudine di inserire nelle buste delle partecipazioni di nozze le response card o reply cards: vediamo cosa sono e come scriverle.

foto by etsystatic.com

Cosa sono le response card?

Le response Card non sono altro che biglietti o cartoline, prestampati o scritti a mano con lo stesso stile delle partecipazioni e inseriti nella stessa busta, che gli invitati possono utilizzare per confermare la loro presenza o per declinare l’invito a nozze. Così nessun invitato, nemmeno il più sbadato o ritardatario, potrà più avere scuse! Si stima, infatti, che l’utilizzo di questo trucchetto sia in grado di aumentare le percentuali di risposta fino al 90%!

Solitamente, le card prestampate prevedono una formula standard: “Parteciperò” e “Non potrò partecipare”, insieme con la frase “Si richiede cortese risposta” nell’angolo in basso a sinistra.

L’invitato, perciò, non deve fare altro che scrivere il proprio nome sulla cartolina, contrassegnare il “Parteciperò” o il “Non potrò partecipare” e poi rispedire la cartolina alla sposa. Alcune spose includono anche una busta già stampata e affrancata, contenente la “response card”, anche se questa diventa una spesa in più.

Una “response card” dovrebbe essere inviata con ciascun invito: non è necessario, in teoria, includere la frase “Numero di persone che parteciperanno”, poiché, di norma, solamente chi il proprio nome sulla busta è invitato. In effetti, utilizzare tale frase potrebbe incoraggiare a includere ospiti non previsti, facendo sì che gli invitati stessi allarghino notevolmente la lista degli ospiti senza il benestare degli sposi.

In qualche caso potrete includere delle scelte dal menù, per cui vi occorre sapere quanti invitati sceglieranno una determinata pietanza o dei piatti speciali, come nel caso di ricette vegetariane, vegane o gluten free. Inoltre, ricordate la formula RSVP, abbreviazione dell’espressione francese “Répondez, s‘il vous plait”, vale a dire “Rispondete per favore”, ormai molto comune per partecipazioni e response card, anche se dal significato non sempre noto a tutti.

Come scrivere le response card.

foto by web

È gradita una gentile conferma
entro il 16 Settembre 2017

Nome invitato_________________________
____Accetta con piacere
____È spiacente, ma non potrà partecipare

oppure

Gli sposi sono lieti di
celebrare con voi il loro matrimonio.
Per favore, date una conferma entro
e non oltre il 16 Settembre 2017

Nome invitato_______________________
____ accetta l´invito _____ declina l´invito

Come funzionano.

Cira Lombardo event creator

L’invitato non deve fare altro che scrivere il proprio nome sulla response card e rispedire la cartolina agli sposi. Non è necessario includere la frase “Numero di persone che parteciperanno”, se avete intenzione di indicare minuziosamente il nome degli invitati sulla busta, ma è consigliabile farlo, invece, qualora invitiate interi gruppi familiari (ad es. Famiglia Rossi oppure Sergio Rossi e famiglia).

Un esempio:

Si richiede gentile conferma
entro il 16 Giugno 2009

Nome capofamiglia_____________________
____Accetta con piacere l´invito
Parteciperemo in_______________________
____È spiacente ma non potrà partecipare.

foto by shopify.com

Nel caso in cui abbiate un sito web per le vostre nozze, secondo la moda del momento, potrete inserire indirizzo e password sulle vostre response card! Molti sposi moderni, infatti, scelgono di allestire un sito, un blog o un vero e proprio diario virtuale, attraverso il quale raccontare i preparativi per le nozze, il giorno del matrimonio in sé, condividere pensieri e foto, tenere il conto degli invitati e stabilire la disposizione dei tavoli! Da provare!

foto by pinimg.com

Piccoli bigliettini in grado di salvarci la vita! Provateci!

 

 

Commenta