Il wedding painting arriverà presto anche da noi?

Dagli Stati Uniti una nuova, romantica, idea per immortalare le vostre nozze.

Arriverà anche qui la moda  a stelle e strisce del wedding painting, la pittura da matrimonio?  Dovremo presto pensare anche al pittore, oltre che al fotografo?

Come catturiamo oggi le emozioni del nostro giorno più bello.

Al giorno d’oggi, il settore della fotografia da matrimonio ha raggiunto altissimi livelli di perfezione e tecnologia. I fotografi dispongono delle apparecchiature più sofisticate, non da ultimi i droni, che riscuotono un successo sempre crescente presso le coppie di sposi.

Ai fotografi si affiancano poi i videomaker, incaricati di realizzare un suggestivo cortometraggio del vostro evento.

Inoltre sono sempre più frequenti, nei matrimoni, gli angoli per il photoboot, con o senza cabine, e gli hashtag ufficiali della giornata che permettono agli ospiti di postare in tempo reale sui social tutte le foto e i video del vostro wedding day.

Come potremmo catturarle tra qualche tempo.

Ma, nonostante tutto questo, nell’era della tecnologia e della condivisione in tempo reale, negli Stati Uniti (paese all’avanguardia nel settore party e matrimoni e che, da sempre, anticipa le tendenze wedding), si va affermando un ritorno al passato e al metodo più antico per catturare i ricordi: la pittura.
In tutto il paese sta infatti dilagando la moda del wedding painting, pittura da matrimonio.

Come funziona il wedding painting?

Sostanzialmente gli sposi incaricano un pittore di ritrarre su tela i vari momenti della cerimonia e del ricevimento.
Le tele non raffigureranno necessariamente gli sposi in primo piano, ma anche le scene corali, l’insieme, il colpo d’occhio dei vari momenti conviviali che caratterizzano la cerimonia.
Ciò permetterà agli sposi di conservare un ulteriore ricordo del loro matrimonio. Un ricordo molto artistico e romantico.
Le opere potranno poi essere esposte in casa e diventeranno magari argomento di conversazione con i vostri ospiti quando verranno a trovarvi.
Ma non è tutto: avere un pittore che dipinge su tela durante tutto il wedding day, creerà un piacevole diversivo per gli invitati, che rimarranno incantati davanti alla tela e avranno modo di assistere al work in progress dell’opera.
Un diversivo che potrebbe tranquillamente sostituire quello dell’ormai noto photoboot e surclassarlo in classe e poesia.

Differenze col ruolo del fotografo.

Ovviamente il lavoro dell’artista non andrà in alcun modo a sostituire quello del fotografo o del videomaker che rimangono comunque due figure chiave di un matrimonio ben organizzato. Impensabile che la figura del pittore possa insidiare quelle di fotografi e videomaker. Può però affiancarsi a esse per fornire un terzo e originale punto di vista.

Conclusioni

In America diversi artisti, a fronte di una domanda in crescita, stanno puntando su questo settore e si stanno specializzando in questo particolare tipo di pittura. Non è difficile pensare che, anche stavolta, questo trend possa attraversare l’Atlantico e arrivare sino a noi.
In fondo, nell’era della tecnologia estrema e dell’immediatezza dei social, potrebbe essere interessante assistere alla lavorazione lenta e paziente di un’opera d’arte di cui non si può vedere immediatamente il risultato finito.
Per cui, rifletteteci: valutate se dimenticare il photoboot e affidare a un artista le emozioni più belle del vostro matrimonio.

 

(Tutte le opere inserite nell’articolo sono di Wed On Canvas, realtà statunitense del wedding painting.)

Commenta