La fiera internazionale degli eventi di lusso a Londra, il 2 e il 3 marzo

Il 2 e il 3 marzo, a Londra, presso la Royal Horticultural Halls, torna la fiera internazionale dedicata ai destination wedding, con i più celebri operatori di settore provenienti da tutto il mondo.

Quest’anno, presente alla fiera internazionale di Londra, Bridelux, il 2 e il 3 marzo, anche la event creator Cira Lombardo, insieme alle location partner Savoy Beach Hotel, Villa Guarracino e Tenuta San Domenico, anche in qualità di rappresentanti della regione Campania.

Ma in cosa consiste esattamente il fenomeno del destination wedding? Si tratta della scelta che molti sposi stranieri compiono di organizzare il giorno del loro sì in Italia, tendenza in netta crescita negli ultimi anni. Solitamente sono matrimoni molto intimi, cioè con pochi invitati, ma capaci di interessare un gran numero di operatori, creando movimento economico e favorendo l’occupazione. Chi decide di venire a sposarsi in Italia da molto lontano, infatti, quasi sempre si affida a un wedding planner qualificato, che si occupi della pianificazione e di individuare i migliori professionisti della zona di interesse, come il miglior fotografo, il miglior truccatore, il miglior fiorista e via dicendo.

I matrimoni di stranieri in Italia, nel 2017, sono stati 7.147. In particolare, gli sposi stranieri scelgono di celebrare qui le proprie nozze (e aumentano i matrimoni con rito simbolico rispetto a quelli con rito religioso) per la storia e l’enogastronomia (15,8%), per le splendide location (11,3%), per la dolce vita (10%), per il clima (8%), perché l’Italia è unica (7,2%) per la cultura e la storia (5,3%).

In ogni caso, questo segmento dell’industria matrimoniale in Italia nel 2017 ha registrato ottime performance: 336.232 gli stranieri che sono arrivati in Italia per i matrimoni con un totale di presenze pari a 1 milione e 210 mila persone provenienti da oltre 20 paesi (in primis da Stati Uniti, Inghilterra e Germania, in crescita gli arrivi da paesi “in sviluppo” come Cina, Brasile ma anche da Giappone, Australia e Arabia Saudita). Il fatturato è di 137 milioni 31 mila euro per i matrimoni standard, 178 milioni 208 mila euro per i matrimoni luxury e 70 milioni 590 mila euro per i matrimoni super luxury.

In totale, il fatturato (diretto e indotto) per il segmento del turismo matrimoniale è di 315 milioni e 830 mila euro. In base alle statistiche, molte regioni stanno sfruttando le potenzialità di questo mercato, incrementando il proprio appeal sul piano internazionale.

Stime per il 2018: per i matrimoni di stranieri in Italia nel 2018 ci sarà un incremento del +6,8%, con 7.633 eventi previsti.

La fiera Bridelux si configura, quindi, come un appuntamento imperdibile per la promozione della Campania come destination wedding sul panorama internazionale. Sarà anche un’occasione unica per scoprire tutte le nuove tendenze in fatto di organizzazione di eventi di lusso.

www.bridelux.com

Commenta