Il padre della sposa: dress code

Dal tight alla cravatta chiara alla boutonniere, guida all’outfit perfetto

Il padre della sposa, dopo gli sposi, è il protagonista del “grande giorno”, un giorno segnato da grandi emozioni  e sentimenti dal momento in cui percorre la navata, consegnando la propria figlia nelle mani del futuro genero, votandola a nuova vita, fino all’emozionatissimo ballo finale con la propria eterna bambina. Quindi non ci sono dubbi che, dopo lo sposo, il papà della sposa deve essere l’uomo più elegante e affascinante della festa. Vediamo tra bon ton e consuetudine come conseguire l’outfit perfetto.

Grandi occhi lucidi, contornati da rughe che riflettono gli anni, la saggezza maturata, una ruga per ogni preoccupazione per la sua bimba, la prima caduta, la prima delusione d’amore, le lotte per guadagnare un’ora in più nelle uscite serali, e ora eccole sommarsi su quel viso che trattiene l’emozione, che nasconde un timore celato sotto un finto coraggio, quello che deve infondere alla sua emozionatissima bimba. Quei fatidici metri che separano la porta di ingresso alla navata, per lasciare, simbolicamente, la sua “bambina” tra le braccia del futuro marito, sono sicuramente tra i più emozionanti che un padre possa mai vivere. Deve sostenerla con il suo braccio sinistro dandole il giusto ritmo all’incedere, che non dovrà essere troppo frettolosa.Una volta all’altare si rivolgerà allo sposo con una raccomandazione, alzerà il velo della sposa , e la consegnerà alla sua nuova vita e al suo nuovo status di moglie. Dato il suo ruolo di assoluto protagonista, anche l’outfit non deve avere sbavature, deve essere perfetto!

style me pretty

L’abito

In generale la scelta del colore dell’abito cade fra il blu, il nero e il grigio.

instagram

L’abito ideale è quello realizzato su misura (sartoriale) e, secondo il galateo, il padre della sposa dovrebbe rispettare il look scelto dallo sposo. Se lo sposo indossa il tight o il frac il suocero, ma anche i testimoni, dovrebbero indossarlo a loro volta. Se lo sposo sceglie uno stile slim fit non sarebbe certo gradito e comodo per il papà, quindi la regola del classico abito scuro (nero, blu o grigio) va bene; un bravo sarto farà in modo di trovare il giusto equilibrio tra comodità ed eleganza. È bene però ricordare che il tight è un abito usato solo ed esclusivamente di giorno… e mai di sera, infatti viene chiamato anche “morning dress”.

Bridegroom

Il frac è un abito che va indossato dalle 18 in poi…  il galateo lo sconsiglia per i matrimoni. Se si decide  comunque di indossarlo  il papillon deve essere bianco,  il gilet deve essere di colore chiaro come il grigio chiaro… mai indossare il gilet nero, si indossa esclusivamente nei ricevimenti serali in Vaticano. Lo Smoking è “fortemente sconsigliato”… quindi non si può indossare, sia che si tratti si ricevimenti di giorno sia che si tratti di ricevimenti serali.

Accessori

Per quanto riguarda gli accessori, in primis la cravatta, che dovrebbe essere classica, in seta, di colore chiaro se il matrimonio sarà celebrato di mattina come grigio perlato  mentre per la cerimonia pomeridiana in toni scuri. In assoluto niente fantasie eccentriche o colori sgargianti.

La camicia chiara, bianca o avorio, e le calze dello stesso tono dell’abito, in cotone o in seta.

Le scarpe, con le stringhe come la cintura, devono essere in pelle nere. Ideale ai polsini della camicia i gemelli, per un tocco di eleganza in più.

Groom Tying Shoe

La Boutonniere viene legata all’occhiello della giacca a tutti gli uomini “importanti” vicino alla sposa e quindi anche al papà della sposa. Solitamente gli abiti da cerimonia si acquistano con cravatta e pochette ma è bene sapere che per un matrimonio, se si ricopre un ruolo di primo piano, come quello del padre della sposa,  non si deve indossare la pochette … al suo posto ci sarà appunto la boutonniere.

instagram

Dall’emotività dell’ingresso in chiesa al ballo finale ecco l’outfit perfetto per il padre della sposa!

Commenta