Il vino giusto per le tue nozze!

Come scegliere il vino giusto per il ricevimento del tuo matrimonio.

La scelta del vino per un banchetto di nozze, non va lasciata al caso. Anche se non siete esperti sommelier, è importante selezionare quello giusto per ogni momento, dall’aperitivo al dolce.

La regola fondamentale è quella di abbinare sempre il vino al menù scelto e di variare tipologia in base alle pietanze, perché il vino deve esaltare i piatti da voi scelti e non coprirne il gusto.

Ma di vini ce ne sono tanti, bianchi, rossi, fermi, frizzanti, leggeri e robusti. Bisogna quindi capire da dove cominciare e con cosa proseguire.

Dall’aperitivo al secondo piatto: a ognuno il suo vino!

Per la prima parte del banchetto, in cui si mangiano stuzzichino e piatti freddi, si è soliti scegliere un vino bianco o rosè leggero e frizzantino, ma anche un rosso delicato può essere adatto se avete optato per antipasti caldi e a base di salumi e formaggi.

La scelta dei vini successivi dipenderà invece dal tipo di pietanze scelte: se il vostro menu è tendenzialmente di terra, scegliete vini rossi che da giovani e vivaci diventeranno più corposi tra i primi (che siano risotti, pasta secca o pasta ripiena) e i secondi piatti (arrosti, carni alla brace ecc.)

Se invece il vostro menù prevede portate di pesce o vegetariane, il vino bianco è d’obbligo, fermo, ma anche rosato leggero può andar bene.

Consiglio: i risotti o i piatti in generale che al loro interno hanno del vino tra gli ingredienti principali, vanno accompagnati con lo stesso vino.

Queste sono indicazioni generiche, ma come ben sapete ogni vino ha il suo sapore, la sua gradazione, la sua struttura. Fate in modo che i vini, come i piatti, rispettino anche la stagionalità e se avete deciso di fare menù tematici regionali abbinate vini che arrivano dalle stesse terre da cui avete preso ispirazione per le pietanze.

E per il dolce?

Per il dolce vino dolce? Sì, ma non solo. Sicuramente il vino più adatto per accompagnare la torta nuziale è lo spumante dolce, il tipico Moscato. Ma c’è chi preferisce qualcosa di secco e frizzantino, o il rosato. Per il fine pasto, a base di paste secche, scegliete invece un vino liquoroso tipo il Passito.

Champagne per tutti!

Lo Champagne è il vino per eccellenza che si sposa con tutto, dall’antipasto al dolce.

Quanto mi costa?

Il vino è sicuramente una fetta importante del budget di un matrimonio, quindi nello sceglierlo dovrete fare i conti col portafogli. Se volete abbattere i costi, la scelta di vini Km0 sarà quella vincente perché non ci saranno costi aggiuntivi di spedizione. E ovviamente, niente Champagne, che potrà essere sostituito da ottimi Spumanti italiani.

Per quanto riguarda la quantità, il calcolo da fare per avere il numero di bottiglie adeguato al numero di invitati è semplice: dividete il numero di invitati per 2,15. Ovviamente se dovete arrotondare, arrotondate per eccesso e non per difetto. Meglio una bottiglia in più che un invitato insoddisfatto! In ogni caso, se vi affidate a un buon catering, non avrete di che preoccuparvi!

Salute!

Commenta