Candidi veli.

Un accessorio, importantissimo, dunque, perchè il velo detterà con precisione lo stile della sposa nonchè lo stile della cerimonia. Secondo la tradizione, infatti, i veli lunghissimi sono praticamente d’obbligo nelle cerimonie di nozze particolarmente eleganti.

In ogni caso, il velo resta tutt’oggi un simbolo di purezza nonché di eleganza raffinata, quindi, una sposa che vuol rendere indimenticabile la propria cerimonia non può farne a meno, come a dire, “Non c’è sposa senza velo”, è ciò che sostiene da sempre l’atelier Elena Colonna a cui appartengono le creazioni che vedete in foto.

In alto, in primo piano, abbiamo visto un velo in tulle corto, detto anche “a nuvola” o “all’ americana”; copre il viso o poco più e la sposa dovrà sollevarlo dopo l’ingresso in chiesa.

Più lungo, invece, questo velo plissè rifinito con bordo di valencienne (in basso).

Completamente diverso, invece, l’effetto del velo in pizzo, da usare in coordinato con l’abito, oppure, a contrasto, per arricchire un modello semplice ed essenziale. Questa mantiglia è in pizzo francese chantilly.

Ancora più ricca, la mantiglia lunga in foto, interamente in pizzo di Bruxelles anticato ricamato a telaio.

Tutte le creazioni in foto sono dell’ Atelier Colonna, Napoli.

Commenta