Emmy Award 2018:sul red carpet vince il total white

Dal trionfo del total white alle esplosioni di colore agli abiti da sposa riciclati alla proposta di matrimonio più romantica di sempre!

Gli Emmy Award sono sempre capaci di emozionare, con gli sketch, le vittorie, le sconfitte, le sfilate sul red carpet. Quest’anno ha davvero stupito con la sua sfilata di sgargianti colori fluo da una lato, e le fedeli del total white, con in mezzo chi ha indossato l’abito da sposa del proprio matrimonio, nonostante un divorzio di mezzo, quasi a volerlo festeggiare, perché troppo bello per essere conservato per sempre, per concludersi con una proposta di matrimonio tra le più romantiche di sempre. Questo è molto altro ci ha regalato questa 70esima edizione…

Nella lunga notte della  70esima edizione degli Emmy Award al  Microsoft Theater di  Los Angels, in cui ci sono i più importanti riconoscimenti  della televisione, quest’anno ha trionfano il bianco e l’amore in tutte le sue sfacettature.

Il bianco in tutte le sue gradazioni è stato scelto da Jessica Biel (super chic in Ralph & Russo), Scarlett Johannson in versione Marilyn con un abito Balmain, Claire Foy (The Crown) in Calvin Klein by Appointment e Penelope Cruz tutta piume in Chanel.

Ph by Diredonna

 

Ph by Glamour

Il bianco contro colori acidi e squillanti. La migliore attrice protagonista di una commedia (La fantastica signora Maisel). Rachel Brosnahan era in rosso squillante firmato Oscar de la Renta.

Ph Celebvegas

Una sferzata di energia per una serata coloratissima.

Ph by Holliwood Reporter

Bellissimo il giallo acido di Regina King in Christian Siriano. E cosa dire del rosa pink acceso scelto da Thandie Newton? La migliore attrice non protagonista per una serie drammatica (Westworld) era in Brandon Maxwell.

Ph Red Carpet Fashion Award

Sul red carpet hanno sfilato poi Poppy Delevingne in turchese, Tracee Ellis Ross in fucsia e Michelle Dockery in celeste. In “semplice” nero Altuzarra (il preferito di Meghan Markle) Eva Rachel Wood.

Ph by Hellogiggles
Ph Youtube

Tutte bellissime nei loro look studiati (alcune meno per la verità, del resto nella notte degli Emmy non è d’obbligo il lungo per le donne e lo smoking per gli uomini come nella notte degli Oscar)

Ph by Vogue

ma la vincitrice morale della serata è Alex Bornstein, migliore attrice non protagonista per La fantastica signora Maisel. Non tanto perché il suo abito in seta grigio perla, che non aveva niente di speciale se non fosse che  era l’abito indossato, 20 anni fa, per il suo matrimonio con quello che oggi è il suo ex marito. Il matrimonio non è durato, ha detto. Ma l’abito meritava una seconda chance, e di essere ricordato oggi come il suo abito da vincitrice degli Emmy, quasi a voler festeggiare un divorzio.

Ph Zazoom

Ma a catalizzare l’attenzione dell’intera platea, persino degli amareggiati sconfitti è stata l’incredibile proposta di matrimonio che il regista  Glenn Weiss ha fatto alla sua fidanzata Jan Svendsen, è salito sul palco per ritirare uno dei premi e ha usato il tempo del suo discorso per farle una toccante dichiarazione. Jen, tu sei il raggio di sole nella mia vita – ha detto – e mamma aveva ragione, non si lascia andare via un raggio di sole”.

“Ti chiederai perché non mi piace chiamarti la mia fidanzata. È perché ti voglio chiamare mia moglie”.

A questo punto la platea è esplosa in un boato commosso, con Benedict Cumberbatch e Leslie Jones che applaudivano a più non posso. La fidanzata sbalordita è salita sul palco degli Emmy Awards 2018 e il regista si è inginocchiato per darle l’anello di fidanzamento: “Voglio darti questo anello che mio papà aveva dato a mia mamma, di fronte a tutte queste persone e di fronte a mia mamma e ai tuoi genitori. Mi vuoi sposare?” Ovviamente la risposta è stata un super sì.

 

Che dire W l’amour che ha fatto dimenticare(quasi) gli outfit azzardatissimi di molte star!

Commenta