I 5 abiti più belli della Paris Fashion Week

Le proposte 2019 che non puoi lasciarti scappare

Anche se sono passati alcuni giorni dalla Paris Fashion Week non riusciamo a smettere di pensare ai fantastici abiti da sposa che sono stati presentati. Fare una lista è dura perché erano tutti bellissimi ma sforzandoci siamo riusciti a stilare la classifica dei 5 abiti più belli.

Le fashion week sono occasioni uniche per sbirciare quelle che saranno le tendenze dei prossimi mesi e delle prossime stagioni. Insomma una piccola anteprima per darci un assaggio di quello che vedremo e di quello che adoreremo. Per le spose la scelta dell’abito è sempre un momento molto emozionante e delicato. Ad influenzarci spesso budget, location, tipologia di fisico ma soprattutto moda.

 

Ecco perché non si può perdere un evento come la Paris Fashion Week che si è tenuta dal 24 settembre al 2 ottobre 2018 regalando la sua anteprima di strepitosi abiti da sposa per la stagione estate/primavera 2019 che hanno fatto sognare davvero tutti.

Partiamo dagli stilisti presenti. Non sono passati di certo inosservati Olivier Rousteing, Jacquemus, Valentino, Balenciaga, John Galliano, Givenchy, Agnès B e Dior.

AGNES B

Nella nostra classifica non poteva mancare l’abito di Agnes B. Semplice, con copri spalle velato e gonna morbida ad A. Una collezione in generale molto colorata in cui la sposa risulta sempre romantica e raffinata. Rossi, blu e colori fluo ma anche un “classico” rosa che rende i tutto più fiabesco.

DIOR

Un abito quello che ha proposto Dior dal colore bianco sporco quasi grigio. Le righe orizzontali in leggera trasparenza danno un tocco di movimento a tutta la figura. Il seno invece viene evidenziato e messo in risalto da uno scollo a V molto marcato adatto a future spose con un seno non vistoso. Sulle spalle semplici spalline a sottolineare l’eleganza e raffinatezza di un modello unico per chi ama l’idea di indossare un abito che sia da tutti i giorni ma che sappia essere all’altezza in un giorno come quello delle nozze.

VALENTINO

Anche l’abito di Valentino si presenta rosa, ma di quel rosa tenue detto “antico” che ci rimanda ad atmosfere bohemien e romantiche. Perfetto per chi adora la natura e immagina la cerimonia in un bosco o contornata da decorazioni floreali. Un abiti morbido non strutturato che cade lineare sul corpo, adatto a molte fisicità differenti.

BALMAIN di OLIVER ROUSTEING

Diversissimo l’abito della linea Balmain di Rousteing. Per le spose che vogliono essere audaci e inconfondibili senza rinunciare alla femminilità che ritroviamo nel punto vita marcato e nel volant sulla spalla. Un look che ci ricorda gli anni ’90 da cui prende sicuramente ispirazione.

JAQUEMUS

L’ultimo abito proposto è della collezione di Jaquemus.

A descriverlo i termini di leggerezza, morbidezza, larghezza. Una sensazione di freschezza e semplicità che ben si adattano a spose spensierate, libere e comunque romantiche. Ideale per un matrimonio all’aria aperta che sia il mare o la montagna e, perché no, anche le colline.

Commenta