Golden Globe 2019: sul red carpet vince il colore!

Dai colori iperfemminili a quelli pastello, ai fiocchi, ai decori preziosi, un’ode al romanticismo dopo il nero del #metoo

Sul primo red carpet del 2019, quello dei Golden Globes, ha sfilato una parata di star con look da favola. se l’anno scorso il dress code nero, in segno di protesta per lo scandalo #metoo, aveva uniformato tutte e tutto, quest’anno è un trionfo di colori, decori, bagliori e strascichi. A partire dalla star più attesa Lady Gaga, che non vince la statuetta da migliore attrice ma quella di interprete della moda contemporanea.

Los Angeles. L’anno è appena cominciato e con esso già si srotolano i tappeti rossi lasciati in soffitta. Il primo è quello della 76esima edizione dei Golden Globes, i premi cinematografici e televisivi assegnati dalla stampa estera. Tantissime le celebrità presenti alla cerimonia che si è tenuta all’Hilton Hotel di Beverly Hills e tantissimi e vari gli outfit scelti per la serata. Perché se l’anno scorso il dress code nero, in segno di protesta per lo scandalo #metoo, aveva uniformato tutte e tutto, quest’anno è un trionfo di colori, decori, bagliori e strascichi. A partire dalla star più attesa (e favorita) della giornata, Lady Gaga, che è arrivata avvolta in una nuvola azzurra (compresi i capelli) Valentino Haute Couture e disegnata apposta per lei dal direttore creativo della maison Pierpaolo Piccioli.

Un abito interpretato da molti come un tributo alla creazione indossata da Judy Garland in una scena della versione del 1954 di A Star is Born.

 

Tra le più eleganti sicuramente Charlize Theron con l’abito bicolor Dior Haute Couture, con un’ampia scollatura sulla schiena e una gonna a sirena con strascico.Bellissima anche Emily Blunt (nominata per Mary Poppins Returns) con il vestito a collo alto in pizzo macramè color platino firmato Alexander McQueen. Glenn Close, ieratica in Armani, Claire Foy, canarino delicato firmato Miu Miu, Nicole Kidman, sexissima senza mostrare un solo centimetro di pelle, Rosamund Pike, che invece un po’ di pelle la mostra e Alison Brie, per la quale ci lasciamo andare all’applauso più scrosciante della serata

 

.Questa edizione sembra un’ode al romanticismo:Lady Gaga, Emma Stone, Rachel Brosnahan, Julia Roberts, Saoirse Ronan, Claire Foy e tante altre: la stragrande maggioranza della star sceglie i colori pastello – dall’indaco al rosa, dal giallo al verde -, a volte anche in versione cangiante.

E poi, una profusione di fiocchi, rouches e applicazioni sui modelli di Penelope Cruz, Dakota Fanning, Julianne Moore e Sandra Oh.

Per quanto riguarda i look più discussi: Elizabeth Moss, in (troppo) corto con una sorta di smoking-dress decisamente non nelle sue corde.

Amber Heard,che  sceglie una creazione black&white firmata Monique Lhuillier stile anni 80.

Elsie Fisher,

Janelle Monàe

e qualche dubbio anche per Julia Roberts in una sorta di bizzarro combo tra evening dress nude e pantaloni maschili, firmato Stella McCartney.

 

Elegante ma ha fatto di meglio! In definitiva la 76esima edizione è apparsa meno impegnata rispetto all’anno scorso, e capace di farci sognare con il suo ritorno alla femminilità della donna e al romanticismo!

Promossa!

 Ph Vanity Fair e Vogue Italia

Commenta