Lea Michele ha detto Sì al fidanzato Zandy Reich

Una giornata che segna una rinascita importante per la cantante

La cantante Lea Michele famosa per la serie tv Glee ha sposato il suo fidanzato  Zandy Reich dopo due anni di relazione.

A riportare la notizia il giornale People con cui la stessa sposa aveva concordato l’intervista esclusiva. Si perché il loro è stato un matrimonio intimo, con amici e parenti stretti tra i quali gli immancabili colleghi ex compagni di Glee Darren Criss e Becca Tobin oltre che Emma Roberts amica e attrice insieme alla Michele nel set di Scream Queens.

La festa si è svolta in California, a Napa, il 9 marzo ma sapevamo tutti del lieto evento poiché lo scorso aprile 2018 era arrivata la fatidica proposta suggellata dall’ormai necessario scatto su Instagram in cui l’attrice confermava di dire e mostrava il suo bellissimo diamante al dito. Il desiderio di mantenere tutto molto intimo e privato è forse dettato dal fatto che Zandy è un laureato in economia assolutamente estraneo a quello che è il mondo dello spettacolo e di Hollywood in cui invece è ben inserita Lea.

La loro love story era iniziata con una amicizia molto profonda nata nel luglio del 2013 quando la cantante aveva perso il fidanzato e collega Cory Monteith morto di overdose. Una ripresa la sua lunga  e dolorosa poiché per molto tempo ha dovuto fare i conti con un quotidiano che le faceva male. Ad essere mancato infatti era il suo compagno nella vita e nella finzione e tornare felice è stato difficile ma grazie ai grandi sforzi e all’amore delle persone che le stavano intorno è riuscita nel 2016 a lasciarsi andare ad un nuovo amore in cui ha creduto davvero senza naturalmente dimenticare il suo Cory.

Oggi a vederli felici negli scatti di sabato non si riuscirebbe mai a credere a quanto dolore ci sia stato per Lea. Le loro parole confermano l’amore reciproco dei due: Siamo elettrizzati all’idea di essere sposati e siamo grati di essere circondati dagli amici e dalla famiglia, ma, soprattutto, siamo più che felici di spendere il resto delle nostre vite insieme.

Commenta