Destination wedding a Paestum: uno spettacolare matrimonio nigeriano

Diario di un evento internazionale organizzato nella suggestiva cornice del territorio cilentano, fra degustazioni, party e un ricevimento indimenticabile, che ha riunito oltre 250 ospiti da tutto il mondo!

Paestum, ancora una volta, si è trasforma in suggestiva cornice per un matrimonio internazionale: giovedì 11 aprile, circa 250 ospiti provenienti da tutto il mondo sono arrivati in questo luogo ricco di storia e fascino, nel cuore della Campania, per celebrare l’amore. I protagonisti di questa fiaba sono inglesi con origini nigeriane e hanno scelto Paestum come perfetta ambientazione in cui coronare il loro sogno d’amore, dopo aver preso in considerazione la Francia, l’Andalusia e la Grecia.

Un matrimonio molto importante e “sentito” per la comunità nigeriana di Londra, tanto che alcuni dei suoi componenti, nonostante non avessero ricevuto un invito ufficiale alle nozze, hanno volato da Londra a Paestum solo per poter applaudire i novelli marito e moglie, fino a rendere necessario un servizio d’ordine all’esterno della location. Anche il pastore è arrivato direttamente da Londra per celebrare la cerimonia, un rito davvero toccante e coinvolgente, grazie anche agli spettacolari canti gospel che lo hanno accompagnato.

Gli invitati sono arrivati in Italia da Kenya, Nigeria, Inghilterra e Nuova Zelanda per questo evento spettacolare, durato ben 5 giorni, con tante attività dedicate agli sposi e ai loro ospiti, come l’elegante white party organizzato sulla terrazza del Savoy Beach Hotel, il wine tasting e la cena a base di prodotti cilentani, fra i quali l’immancabile mozzarella di bufala, presso l’azienda agricola San Salvatore 1988 e il tour di Paestum e del suo celebre parco archeologico.

Per finire, le nozze vere e proprie, il cui ricevimento si è tenuto in una delle splendide sale dell’Hotel Esplanade.

Un matrimonio che ha dato tante soddisfazioni anche al patron del Savoy, Salvatore Pagano, che ha parlato delle bellezze e delle grandi potenzialità di Paestum e di tutto il territorio cilentano. Un vero e proprio “distretto”, ormai, dedito all’accoglienza e alla banchettistica, che negli anni ha acquisito anche una solida esperienza e le competenze necessarie a ospitare grandi eventi commissionati da sposi provenienti da tutto il mondo.

Non a caso, la Campania si posiziona al terzo posto nella classifica delle regioni più scelte per i matrimoni internazionali in Italia, subito dopo Toscana e Lombardia, senza dimenticare che, in base ai dati raccolti dal Centro studi turistici di Firenze, i matrimoni di stranieri in Italia, nel 2018, sono stati 8.791, con 436mila arrivi e più di 1,5 milioni di presenze, per un totale di 500,1 mln di euro di fatturato e che si prevede un’ulteriore crescita dei destination wedding, stimata tra il +5 e il +10%, con l’incremento maggiore atteso proprio per il Sud Italia!

Parliamo di dati che fanno bene al turismo, se si pensa che questo settore, in Italia, vale 171 miliardi di euro, pari all’11,8% del Pil e al 12,8% degli occupati.

Insomma, in un luogo unico come Paestum e in strutture che rappresentano l’eccellenza del made in Italy, quali il Savoy Beach Hotel, l’Esplanade e l’azienda agricola San Salvatore 1988, una nuova, incantevole favola è divenuta realtà.

Commenta